Seleziona una pagina

Come si crea uno spot radio.

Come si crea uno spot radio.

Ecco le principali indicazioni che consentono di realizzare un “comunicato commerciale” attraente, incisivo, efficace. Quello che ti farà raggiungere i tuoi obiettivi di successo!

Ormai sono ben noti i punti di forza di una pubblicità radiofonica, che coincidono con i plus del mezzo.

  • La Radio è fruibile in luoghi dove gli altri mezzi non arrivano o non sono disponibili permanentemente (come in auto, in ufficio, in fabbrica, nei locali pubblici).
  • La Radio è più creativa, perché relativamente svincolata dai cliché classici degli spot audiovisivi trasmessi in televisione.
  • Farsi seguire dalla compagnia della Radio non è impegnativo, è gradevole e gratificante.
  • La pubblicità alla Radio è il mezzo con il più basso costo per contatto rispetto a tutti gli altri media.

Ma come creare uno spot radio davvero attraente, incisivo ed efficace?

Di seguito indichiamo, dapprima, come decidere l’oggetto del messaggio, poi, come scegliere l’idea / soggetto, quindi, quali saranno gli elementi compositivi nella sceneggiatura dello spot. Infine, si riportano alcune note da tenere presenti.


Gli spot radio a corredo dei paragrafi successivi si riferiscono ad esempi di durata diversa di tre distinte campagne radio.


Decidere l’oggetto del messaggio.

Baci Perugina

Ascolta l’esempio di spot radio da 15 secondi.

Qual è la tua USP (Unique Selling Proposition), ovvero la specificità unica della tua offerta o della tua attività? Quella che ti differenzia dai tuoi concorrenti e che, secondo te, darà dei benefici alla tua clientela e ti renderà credibile?

Quanto più la tua offerta sarà unica, specifica, vantaggiosa, credibile, tanto più probabilmente il tuo spot radio sarà efficace e ti farà raggiungere i tuoi obiettivi.

Pertanto, per decidere l’oggetto del tuo messaggio rispondi ai seguenti quesiti.

  • In cosa sei unico, qual è l’aspetto principale che ti differenzia da tutti gli altri?
  • In cosa consiste esattamente la tua attività / offerta?
  • Qual è il principale beneficio che dai al tuo cliente?
  • Che cosa ti rende credibile?

 

Scegliere l’idea / soggetto.

Parco Natura Viva

Ascolta l’esempio di spot radio da 30 secondi.

Una volta stabilito l’oggetto del tuo messaggio (quello che bisogna comunicare al tuo cliente), è necessario elaborare una o più idee diverse per il soggetto. Ti potrai confrontare con i tuoi migliori collaboratori o con degli amici, esaminando le soluzioni ottimali, per valutare e scegliere l’idea creativa che ritieni migliore o più appropriata per la sceneggiatura che dovrà essere composta.

La creatività può essere esaltata in Radio, dove si possono esprimere idee originali in relazione all’unicità del mezzo. In questa fase si potrà stabilire anche l’opportunità di utilizzare un jingle musicale creato ad hoc (eventualmente da impiegare anche in futuro per altre campagne).

Ad esempio, si potrà ideare una storia, in qualche modo correlata all’oggetto del messaggio), che ponga in risalto i motivi che ti ha indotto a rendere unica, specifica e vantaggiosa l’offerta che proponi; tra l’altro, ciò ti renderà credibile per il tuo cliente.

Comporre il testo.

Irlanda

Ascolta l’esempio di spot radio da 60 secondi.

Dopo aver deciso cosa e in che forma comunicare al tuo cliente, con l’oggetto (USP) e il soggetto (l’idea) del tuo messaggio, si può iniziare a scrivere la sceneggiatura dello spot radio.

Il messaggio, in cui si espliciteranno gli elementi compositivi dell’USP, si compone di quattro parti principali, elencate di seguito a titolo illustrativo ma non esaustivo.

  1. Riuscire a colpire fin da subito in uno spot radiofonico è importantissimo: una frase originale, una situazione insolita, una forzatura estemporanea, una imitazione stravagante, una asserzione sorprendente, …dapprima bisogna pensare a qualcosa che catturi l’attenzione, ma sempre nell’ambito del soggetto scelto.
  2. Per suscitare interesse occorre combinare insieme elementi emotivi e logici. Nell’esporre l’unicità, la specificità, la convenienza e la credibilità dell’offerta creare un mix di fattori emozionali e di componenti logiche: è il metodo più convincente per allettare gli ascoltatori. Nell’ambito del soggetto scelto si opterà nella forma più conveniente per riportare sinteticamente gli elementi dell’offerta. Ricordare di non sovraccaricare lo spot radio da troppe parole o da nomi astrusi. Un’altra cosa assolutamente da evitare sono gli elenchi: è assolutamente inutile riportare all’interno di uno spot radio lunghe liste che contengono marche, modelli o troppi riferimenti difficili da memorizzare.
  3. Fondamentale è suscitare la domanda o il desiderio, ovvero far sapere agli ascoltatori perché dovrebbero acquistare il tuo prodotto / servizio.Se non troveranno risposta a questo quesito non saranno indotti a sceglierti. Ad esempio, all’interno dello spot si può esporre un concetto che possa risolvere effettivamente un problema, oppure si enuncia una scadenza temporale che esorti il cliente a scegliere l’opportunità offerta.
  4. Alla fine dello spot radio bisogna indirizzare l’ascoltatore verso l’azione, chiudendo con i riferimenti per farti trovare e con un invito o uno slogan lessicale (pay-off) che ti faccia ricordare e lo stimoli a preferirti. 

La redazione della sceneggiatura deve tener conto di molteplici aspetti: il sottofondo musicale, l’interpretazione da parte di più speaker, gli effetti sonori aggiuntivi, la creazione / realizzazione di un jingle musicale, e molti altri ancora, dipendenti anche dal soggetto scelto. Pertanto la redazione della sceneggiatura deve riportare queste indicazioni indispensabili in fase realizzativa.

Tener conto anche di…

La realizzazione di uno spot radio efficace deve prevedere di:

  1. stabilire la durata dello spot radio (generalmente i tempi disponibili sono 15”, 30” o 60”) in relazione agli obiettivi, all’oggetto e al soggetto del messaggio;
  2. utilizzare speaker professionali nazionali(ovvero voci di annunciatori che abbiano esperienza sui canali a diffusione nazionale e che siano riconosciuti come le migliori sul mercato);
  3. affidarsi a uno studio di registrazione professionaleper l’integrazione sonora e il montaggio definitivo;
  4. pianificare correttamente il periodo di diffusione e la reiterazione quotidiana degli spot sulle emittenti scelte.

Ricordarsi di scegliere le Radio su cui diffondere gli spot, non solo sulla base della popolarità dell’emittente, ma anche, e principalmente, sulla qualità e sulla composizione del target di ascolto, sulla effettiva diffusione delle frequenze sul territorio, sul supporto e sull’affidabilità dell’agenzia concessionaria.

Rispondi

Commenta per primo!

Notifica:
avatar

wpDiscuz

Pin It on Pinterest