Seleziona una pagina

È il messaggio che ti fa vendere!

È il messaggio che ti fa vendere!

Alla Radio sono le parole appropriate, confezionate nel migliore dei modi, che vincono e convincono.

Ti è mai capitato, ascoltando degli spot pubblicitari alla Radio, di pensare: “…ma questi si rendono conto di quello che dicono?”.
Un cattivo messaggio non attrae i clienti e, in alcuni casi, li fa proprio allontanare. Molto spesso, per risparmiare qualche decina di euro, si preferisce scegliere chi ti dice “Noi le registrazioni audio li facciamo in casa!”, oppure “Lo spot audio ti costa pochissimo, quel che conta sono gli spazi pubblicitari”.
Se tu dovessi essere presentato su un palco di fronte ad una grande platea, preferiresti che la presentazione fosse fatta da un tecnico alle riprese qualunque oppure da un presentatore professionista? Per quale motivo aziende come Apple o Coca Cola non affidano i loro comunicati-radio a chi improvvisa e ricercano, invece, i migliori professionisti del settore?
Ecco le regole base per misurare chi hai di fronte e per far realizzare un audio vincente!
Potrai così valutare quanto interesse il “mitico consulente pubblicitario” ripone sulla tua azienda e sulla riuscita della tua comunicazione.
In una campagna pubblicitaria radiofonica la prima cosa da affrontare è: “Come e cosa comunico al mio ascoltatore?”.
1. Devi aver chiaro cosa vuoi dire e farlo dire nel tuo messaggio. Evidenzia ciò che vuoi trasmettere. Pochi concetti ma davvero buoni: si chiamano punti di forza. Puoi anche aver creato un spot radiofonico bellissimo, ma se non hai nulla di buono da proporre non otterrai risultati.
2. Nella giungla degli spot radio, uno dietro l’altro, il tuo messaggio deve emergere ed essere ricordato. Tieni presente che la maggior parte delle persone ascolta la radio in automobile o mentre sono impegnate al lavoro. Alla fine di una canzone si tende a cambiare immediatamente stazione, il tuo messaggio deve impedirlo.
3. Dai sempre una scadenza. Fai percepire il fattore tempo, è importante far agire subito il potenziale cliente.
4. Cita il tuo marchio almeno due volte: una all’inizio e una alla fine del messaggio. Così l’ascoltatore distratto non si dimenticherà di chi o di cosa si sta parlando.
5. Evita gli elenchi della spesa. Se hai un negozio di abbigliamento e tra i tuoi capi hai le Grandi Firme della moda, non è necessario elencare tutti i marchi, perché citarli significa togliere tempo prezioso ad altre informazioni importanti e annoiare chi sta ascoltando. Di quello che puoi offrire è utile, eventualmente, evidenziare un unico punto di forza e non tutti!
6. Se nel messaggio audio avanza qualche secondo in più, stimola l’ascoltatore a fare quella cosa che speri lui faccia: “Visita il nostro sito!”, oppure “Scopri tutta la nostra collezione!”, o “Vieni a trovarci in…“.

In definitiva:

  • Proponi una buona offerta.
  • Crea un messaggio coinvolgente.
  • Dai una scadenza.
  • Cita la tua azienda più volte.
  • Non annoiare.
  • Esorta all’azione.

E allora …una buona comunicazione!

 

Rispondi

Commenta per primo!

Notifica:
avatar

wpDiscuz

Pin It on Pinterest